Ricerca personalizzata
Un sistema di allarme funziona con una tensione di 12 volts in corrente continua che gli viene fornita dalla batteria tampone presente nella centrale di allarme.Una batteria tampone La batteria viene costantemente mantenuta in carica da un alimentatore collegato alla rete 220 Volt, il quale oltre a fornire la tensione e la corrente necessarie per la ricarica, garantisce il necessario isolamento e la piu' alta immunità ai disturbi presenti sulla rete elettrica. La batteria non richiede particolari manutenzioni in quanto è ermetica, tuttavia andrebbe sostituita ogni due o tre anni. Le dimensioni dell' alimentatore e della batteria vengono calcolate in fase di installazione, per garantire l' autonomia minima di 24 ore in caso di assenza di tensione di rete. Le apparecchiature di buona qualità, con assorbimenti molto ridotti, permettono una lunga autonomia anche con batterie di piccola capacità. In impianti molto grandi o con particolari esigenze installative è possibile installare piu' alimentatori supplementari con altrettante batterie tampone.

Il nostro sito usa i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito.