Ricerca personalizzata
I rivelatori sono il mezzo mediante il quale viene prodotta l' informazione dello stato di pericolo su cui si basa il funzionamento di un sistema antintrusione. Generalmente i rivelatori non si limitano a convertire in segnali elettrici gli accadimenti dell' ambiente protetto, per inviarli alla centrale di allarme, ma secondo dei metodi molto avanzati, i rivelatori sono dei veri e propri centri di elaborazione intelligenti, in grado di analizzare un fenomeno fisico, in un punto specifico del sito protetto e selezionare solamente le informazioni effettivamente rilevanti per il sistema di protezione. Così come gli occhi, il naso, le orecchie, la lingua e la pelle di un essere umano, trasformano le informazioni fisiche in impulsi nervosi analizzabili per il cervello, allo stesso modo i rvelatori traducono le informazioni fisiche dell' ambiente in segnali elettrici comprensibili dalla centrale e fondamentali per ricostruire lo stato ambientale del sito da proteggere. In pratica i rivelatori costituiscono gli organi di senso della centrale di allarme. I rivelatori per interno sono adatti per funzionare in ambienti con temperature comprese tra  +5°C e +45°C e con un livello contenuto di polvere e umidità. I principali rivelatori per interno sono: i contatti magnetici, i sensori inerziali, i sensori volumetrici, i contatti a fune.

Il nostro sito usa i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito.