Ricerca personalizzata
La barriera attiva ad infrarossi è uno dei rivelatori piu' efficienti ed utilizzati nelle protezioni perimetrali esterne. Una barriera attiva ad infrarossi per esternoUna barriera è costituita da un emettitore di radiazione infrarossa ed un ricevitore. L' emettitore, per mezzo di dispositivi ottici, proietta la radiazione infrarossa verso il ricevitore, anch' esso provvisto di dispositivi ottici, posizionato da qualche centimetro fino ad un centinaio di metri di distanza. Quando l' intensità di questo raggio infrarosso diminuisce rapidamente almeno del 90%, il ricevitore produce una segnalazione di allarme. Idealmente è possibile immaginare questo raggio come un filo invisibile, anche se questo può costituire un limite nell' efficacia della protezione. Un malintenzionato potrebbe oltrepassarle semplicemente strisciando oppure saltando senza interrompere il fascio. Per ovviare a questo limite è possibile installare delle colonne di barriere, costituite da piu' trasmettitori da un lato e piu' ricevitori dall' altro, posizionati ad altezze diverse. Potrebbe accadere però, che ciascun ricevitore intercetti una parte dei raggi infrarossi destinati ad un altro ricevitore, condizionando negativamente il funzionamento dell' intera colonna di barriere. Per questa ragione vengono spesso impiegate le barriere sincronizzate, dove i trasmettitori non si attivano contemporaneamente ma in modo sequenziale e ciascun ricevitore si attiva in corrispondenza del proprio emettitore. Le barriere ad infrarosso vengono impiegate per proteggere perimetri esterni, recinzioni e facciate murarie. Essedo un rivelatore sabotabile in maniera relativamente facile è consigliabile l' utilizzo in condizioni di basso o medio rischio.

Il nostro sito usa i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito.