Ricerca personalizzata

Gli esperti che seguono le evoluzioni tecnologiche e le procedure operative dei terroristi, hanno messo in Un velivolo radiocomandato ed equipaggiato con una micro telecamera a bordoguardia i responsabili della sicurezza sul fatto che i terroristi potrebbero utilizzare, come supporto nelle loro operazioni, velivoli senza pilota e controllati a distanza con un telecomando. I servizi informativi hanno catturato alcune informazioni che dimostrano come i terroristi si stiano addestrando nell' utilizzare un modello di aereo telecomandato, a bordo del quale può essere piazzata una carica esplosiva che potrebbe raggiungere anche il chilo di peso, e che potrebbe essere diretta contro un obiettivo specifico. Questi modellini si possono procurare con estrema facilità e i telecomandi in dotazione ne permettono un buon controllo anche fino al chilometro di distanza, specialmente nei casi in cui tra il trasmettitore ed il ricevitore non sono presenti ostacoli. Le difficoltà da parte degli addetti alla sicurezza sono notevoli, anche perchè questi piccoli elicotteri possono superare tutte le barriere di protezione, che solitamente sono posizionate a livello del terreno. Anche i tempi di reazione da parte delle forze di controllo sono molto ridotti, in quanto non è facile individuare e abbattere un piccolo velivolo che viaggia ad una velocità di alcune decine di chilometri all' ora.

Questi velivoli senza pilota, in alcuni casi, vengono dotati di una micro telecamera con memoria interna, in grado di registrare filmati per alcune ore e, grazie all' autoscatto, di realizzare ed archiviare centinaia di foto ad alta risoluzione. A fine ricognizione, nella propria base operativa, i terroristi possono analizzare tutte le foto e tutti i filmati catturati dalla telecamera in volo. Nelle versioni più evolute, le telecamere a bordo del piccolo elicottero sono wireless, permettendo così al pilota di osservare a distanza ed in tempo reale, il comportamento dell' obiettivo nemico. Tutto ciò viene effettuato senza esporre ad alcun rischio i terroristi. 

Purtroppo, come ormai è ben noto, i malviventi non si fermano mai nella ricerca di sistemi di attacco e le forze di sicurezza dovrebbero stare sempre in allerta per mettere tempestivamente a punto le opportune contromisure.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Il nostro sito usa i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito.