Ricerca personalizzata

PADOVA - Purtroppo esistono sempre anziani che si fanno raggirare dagli abili truffatori: a nulla servono i frequenti incontri con la cittadinanza organizzati dai carabinieri, che consigliano di non far entrare in casa nessuno sconosciuto e tanto meno tenere molto denaro contante a portata di mano.

Non ha seguito infatti nessuno di questi semplici consigli la donna di 77 anni che il giorno 9 aprile ha sentito suonare il campanello di casa intorno alle 10, in vicolo Franco a Mejaniga di Cadoneghe: una donna si è presentata proponendole un apparecchio antifurto gratuito, «in accordo con il Comune» le ha detto.

Bastava metterlo accanto al denaro o ai gioielli di famiglia perché li proteggesse. Quando l’anziana, che si è lasciata convincere a farla entrare, ha aperto il cassetto del mobile in camera da letto, la ladra ha afferrato fulminea un pacchetto di banconote e alcuni gioielli, 7mila euro di valore complessivo, scappando velocissima giù per le scale fino a raggiungere la complice in auto.

La donna e la sua complice sono state viste gironzolare in quartiere: avevano tentato di avvicinare anche un anziano il quale, però, mostrando il badile con cui stava lavorando la terra, le ha fatte desistere dall’intento truffaldino.

Il Mattino di Padova

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Il nostro sito usa i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito.