Ricerca personalizzata

Le reti wireless
Sebbene le reti cablate siano ampiamente diffuse, l’uso di una rete wireless può talvolta offrire maggiori vantaggi funzionali ed economici. Questa tipologia di rete può essere utile, ad esempio, negli edifici protetti dove l’installazione di cavi rischierebbe di danneggiare gli interni o nelle strutture in cui è necessario spostare regolarmente le telecamere in punti diversi senza dover reinstallare i cavi, come nel caso specifico dei punti vendita al dettaglio. La tecnologia wireless viene anche comunemente usata per collegare edifici o siti senza ricorrere a complessi e costosi lavori di scavo. La tecnologia wireless può essere utilizzata al di là dei limiti fisici delle reti, poiché può essere impiegata con sistemi video sia analogici che di rete. Le due categorie principali di comunicazioni wireless sono Wireless lan e Bridge wireless.

Wireless LAN (chiamata anche WLAN):
Una LAN è per definizione una rete locale, cioè una rete che copre distanze limitate, generalmente installata all’interno di edifici. Gli standard per le reti wireless sono oggi ampiamente consolidati, tanto che è possibile usare insieme periferiche di più produttori. Quelli che seguono sono i piu' diffusi standards lan wireless:

802.11a
Standard che utilizza una larghezza di banda pari a 5 GHz e garantisce una velocità effettiva pari a ~24 Mbps, in ambienti esterni e fino a distanze di 30 m (100 piedi). Questo standard è supportato solo da un numero limitato di prodotti. La larghezza di banda teorica è 54 Mbps.

802.11b
Standard che garantisce una velocità effettiva di ~5 Mbps in ambienti esterni, fino a distanze massime di 100 m. Questo standard usa la banda 2,4 GHz. La larghezza di banda teorica è 11 Mbps.

802.11g
Rappresenta lo standard più comunemente utilizzato che offre prestazioni migliori rispetto allo standard 802.11b, con velocità di trasmissione effettive massime di ~24 Mbps in ambienti esterni, fino a distanze massime di 100 m. Questo standard usa la banda 2,4 GHz e ha una larghezza di banda teorica di 54 Mbps.

802.11n
Versione successiva dello standard 802.11 Wireless LAN. La velocità effettiva sarà superiore a 100Mbps.

802.16 - WiMAX
Lo standard IEEE 802.16, noto anche con il nome di WiMAX, definisce le specifiche per le reti metropolitane wireless fisse a banda larga (MAN) basate su un‘architettura punto-multipunto. Lo standard disciplina l‘uso della larghezza di banda entro gli intervalli di frequenza compresi tra 10GHz e 66GHz, e inferiori a 11GHz. 802.16 supporta velocità di caricamento/download in bit estremamente elevate su stazioni base situate a una distanza massima di 50km, utile per la gestione di servizi di tipo VoIP.

Bridge wireless
Per poter collegare edifici o siti con collegamenti ad alta velocità, è necessario usare un collegamento dati point-to-point capace di coprire lunghe distanze e garantire velocità elevate. Le due tecnologie più comunemente usate sono i raggi a microonde e laser. Alcune soluzioni utilizzano standard diversi, rispetto al diffuso standard 802.11, che garantiscono prestazioni di gran lunga superiori e la possibilità di usare cavi di maggiore lunghezza con un livello di protezione molto elevato. Questi standard prevedono l’uso di altri sistemi a radiofrequenza come i collegamenti a microonde. Un’altra tecnologia molto diffusa è quella basata su sistemi ottici quali i collegamenti laser. I collegamenti a microonde offrono velocità fino a 1000 Mbps fino a distanze massime di 80 km. Per collegare distanze non coperte dalla portata di questi sistemi, è possibile anche usare i sistemi di comunicazione satellitare. Tuttavia, la modalità di trasmissione di questi sistemi, che prevede l’invio e la ricezione dei dati al/dal satellite, può incrementare significativamente la latenza (nell’ordine di molti secondi) e li rende pertanto inadeguati per funzioni come il controllo manuale delle telecamere Dome e le applicazioni per le videoconferenze, in cui è generalmente richiesta una bassa latenza. Inoltre, se la larghezza di banda richiesta è molto alta, i sistemi satellitari possono rivelarsi molto costosi.

  

Il nostro sito usa i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito.